Dj Aniceto si confessa con Discoteche.it

Nella foto Dj Aniceto
Nella foto Dj Aniceto
 

Più che un’intervista una chiacchierata tra amici quella con Dj Aniceto, storico Dj del programma Chiambretti Night.

Saltato agli onori della cronaca nel 1992 per aver remixato la canzone fascista Faccetta Nera, Roberto , apartitico, per dimostrare la sua buona fede fece lo stesso con Bandiera Rossa, anticipando di qualche anno la legge della par condicio, concludendo il ciclo con l’inno di Mameli, guadagnandosi il plauso da Carlo Azeglio Ciampi in persona, all’epoca Presidente della Repubblica.

Uomo di sani valori, Roberto da sempre porta avanti una sua personalissima battaglia contro la droga e contro l’abuso di alcool, non  solo nei locali da ballo ma nella vita; “Non ho mai fatto uso di stupefacenti – dichiara dj Aniceto – e non ho mai esagerato con l’alcool, bisogna bere responsabilmente, rendendosi conto che esagerando non solo si mette a rischio la propria vita ma anche quelle di altre persone”. 

Spesso è ospite di programmi televisivi nazionali dove porta la testimonianza di questa sua battaglia personale, gli è stata conferita una carica Istituzionale a Palazzo Chigi nella Consulta Politiche Antidroga, Consulta voluta dal Ministro Giovanardi.

“Odio i luoghi comuni – continua Aniceto – luoghi comuni di chi appioppa l’uso di doga e alcool ai locali da ballo o comunque quando purtroppo capitano disgrazie e i network subito parlano di locali da ballo, discoteche o di cosiddette stragi del sabato sera, non andando in fondo al nocciolo della situazione e soprattutto non specificando che il locale all’interno del quale è accaduto il peggio non era un regolare locale da ballo con licenze ma magari un abusivo – conclude Aniceto – gettando fango su una categoria di imprenditori onesti che nonostante la crisi cerca di portare avanti la propria attività con tante fatiche e sacrifici”.

Una carriera di tutto rispetto non ha “montato” per niente la testa a Roberto, che utilizza la sua notorietà per lanciare messaggi a giovani attraverso magliette con frasi subliminali e dirette, sia nelle sue serate che in tv.

Abituato a salotti buoni, dal Festival di Sanremo a Matrix, passando per il suo ruolo fisso in tutti i programmi televisivi di Chiambretti, troveremo dj Aniceto il prossimo 2 dicembre a su Rete 4 al Premio Battisti, dove sarà opinionista e si esibirà in una performance live.