Jovanotti ospite da Fabio Fazio: «Non mi faccio le canne, ma sono per la legalizzazione»

Il cantante a Che tempo che fa ha regalato un endorsement al movimento in favore della legalizzazione delle droghe leggere

Jovanotti ospite da Fabio Fazio
Jovanotti ospite da Fabio Fazio
 

Ieri sera Lorenzo Jovanotti è stato ospite della trasmissione Che tempo che fa in onda su Rai 1 e condotta da Fabio Fazio. A qualche giorno di distanza dall’uscita del suo ultimo disco, il cantante ha voluto presentarlo al pubblico televisivo. Prima di affrontare l’intervista, Jovanotti ha cantato il brano che dà il titolo all’intero album: “Oh vita”. Poi si è concesso alle domande del suo amico giornalista. Ma subito la discussione è scivolata su un argomento scottante, almeno per quella che è la platea dell’ammiraglia di mamma Rai.

Niente canne ma pro-legalizzazione

Infatti, il cantante di origini toscane ha confessato che durante l’esibizione gli era venuto da pensare alla Jamaica e ha chiesto a Fazio se lui si era mai fatto una canna di marijuana. E il suo interlocutore, divertito ma in evidente imbarazzo, gli ha risposto negativamente. A quel punto Jovanotti ha regalato un endorsement al movimento in favore della legalizzazione delle droghe leggere: «Io non me la sono mai fatta, nemmeno al liceo. Ma sono a favore della legalizzazione. E se la legalizzano continuo a non farmela. Rimango uguale».

Un disco che segna 30 anni di carriera per Jovanotti

Poi la conversazione ha virato sul disco uscito venerdì 2 dicembre e che è accompagnato anche da un libro: una raccolta di pensieri e considerazioni del cantante, che quest’anno festeggia 30 anni di carriera. L’album prodotto da Rick Rubin si annuncia molto diverso da quelli precedenti: «È un Jovanotti nudo musicalmente parlando», ha commentato Fazio. E lui ha confermato: «Fare il disco con Rubin è stato come andare da un dottore che ti fa spogliare e poi ti dice di andare. Tu gli chiedi spiegazioni e lui ti dice:“Il problema erano i vestiti“».

Una canzone sull’Italia

L’intervista va avanti, evocando ricordi e chiarendo alcuni passaggi del libro, intitolato “Sbam!”. Infine, Fabio Fazio chiede com’è nata l’idea di dedicare una canzone all’Italia: «Quando andavo in macchina con mia moglie Francesca e alla radio passavano una canzone sull’Italia, lei mi rinfacciava sempre che io non l’avevo mai fatto. Il problema è che non trovavo una chiave, ma stavolta credo di esserci riuscito», ha spiegato Jovanotti, che s’è congedato dal pubblico cantando dal vivo, accompagnato dalla band, proprio “In Italia”.

 

VAI NELLA SEZIONE MUSICA PER LEGGERE ALTRI ARTICOLI