Len Faki sbarca al Bolgia di Bergamo

Len Faki
Len Faki
 

Cresce l’attesa per il Bolgia di Bergamo, che nella notte dell’Immacolata affiderà la sua consolle alle sapienti mani di Len Faki. Il dj e producer tedesco, ormai un punto di riferimento nella scena elettronica berlinese, da 13 anni imperversa nei festival e nei top club di tutta Europa, proponendo la sua musica sperimentale. È il 2004, infatti, quando entra al mitico Berghain, il club di Berlino dove ancora oggi è dj resident. È quella la sua casa, il “salotto” dove può dare libero sfogo alla sua creatività e sperimentare nuove strade. Ed è da lì che parte alla conquista del mondo techno, sfornando le prime tracce originali, che diventano subito grandi hit: da “Rainbow Delta” e “Mekong Delta” a “My black sheep” e “Odyssey II”. Successi che attirano su di sé l’attenzione del pubblico, che nel giro di pochi anni lo acclama come miglior producer in circolazione.

Due etichette per Len Faki

Len Faki, però, non si limita a fare il dj e il producer. Le sue attività si espandono con la creazione nel corso degli anni di ben due etichette discografiche. La prima nasce nel 2009 col nome di Figure SPC, strumento che gli dà la possibilità pubblicare la sua musica in modo indipendente. E anche stavolta fa centro, riscotendo il consenso dei fan. Ma Len non si ferma qui e qualche anno più tardi crea la LF RMX, una piattaforma e un progetto non-profit a favore di Straßenkinder e.V, un’organizzazione che aiuta i bambini in difficoltà. Su LF RMX Len Faki pubblica alcune delle tracce che re-edita esclusivamente per i suoi leggendari dj set.

Appuntamento il 7 dicembre

Dunque, è tutto pronto al Bolgia di Bergamo per accogliere questo grande personaggio. E nella notte tra il 7 e l’8 dicembre con lui in console ci saranno Alex Rubino e Thug Boyz, i resident della discoteca orobica. L’ultimo EP di Rubino è “Impossible”, appena uscito su Phobiq Records, mentre “Elsewhere” dei Thug Boyz è stata suonata più volte dai Tale Of Us.