San Michele Arcangelo: presentazione il dipinto al Museo Filangieri

dipinto san michele arcangelo. Gianpaolo Leonetti (Direttore del Museo Civico Gaetano Filangieri), Maria Rosaria Perez (Dirigente Scolastico I.S. Caravaggio di San Gennaro Vesuviano) e il Presidente Vincenzo De Luca
Gianpaolo Leonetti (Direttore del Museo Civico Gaetano Filangieri), Maria Rosaria Perez (Dirigente Scolastico I.S. Caravaggio di San Gennaro Vesuviano) e il Professore Vincenzo De Luca
 

Dipinto San Michele Arcangelo. Domenica 10 dicembre, nella Sala Agata del Museo Gaetano Filangieri è stato presentato, proveniente da una collezione privata, il dipinto raffigurante San Michele Arcangelo di Marco Pino da Siena in prestito temporaneo.

Il catalogo è curato da Vincenzo De Luca, con interventi di Gianpaolo Leonetti (Direttore del Museo Civico Gaetano Filangieri) e Maria Rosaria Perez (Dirigente Scolastico I.S. Caravaggio di San Gennaro Vesuviano), introduzione di Nicola Saldutti (Caporedattore del Corriere della Sera).

La tavola di Marco Pino è giunta al Museo dopo una sosta al Liceo Artistico Caravaggio di San Gennaro Vesuviano, altro evento simbolicamente importante, un raro caso in cui è l’opera d’arte che si sposta per incontrare gli alunni.

Alcune alunne del quinto anno del corso audiovisivo del Liceo Caravaggio, con la regia di De Luca, hanno realizzato un mediometraggio sull’opera in questione, allegato al catalogo.

Quello di Marco Pino, a leggere il testo di De Luca, è un capolavoro di perfezione formale; l’autore era a contatto con Michelangelo quando aveva appena ultimato l’affresco del Giudizio Universale.

Nel Trattato di Lomazzo del 1584 si possono leggere i consigli di Michelangelo al suo discepolo Marco Pino, di cui tiene conto nel San Michele Arcangelo.

Inoltre rappresenta un’opera rara considerando la presenza di tanti nudi nel clima chiuso della Controriforma.

Ritorna alla home