Party esclusivi in luoghi abusivi!!! Parte l’inchiesta di Emilia Clementi sui rave party dei centri sociali abusivi

party esclusivi in luoghi abusivi. Emilia Clementi
Emilia Clementi

Party esclusivi in luoghi abusivi

Sembra il nome di un film comico degli anni ’80, invece è la dura realtà dei nostri giorni, una realtà che quotidianamente vede centinaia di party e di feste in luoghi totalmente abusivi occupati da centri sociali, privi di sicurezza, permessi, di ogni norma e di ogni obbligo fiscale.

Si tratta delle feste organizzate all’interno di centri sociali in luoghi spesso occupati abusivamente dove vige la totale illegalità e soprattutto, dove gira alcool senza un controllo.

Strutture fatiscenti e terre abbandonate, sicurezza ZERO!

Strutture fatiscenti, terre abbandonate, masse di persone messe la dove per la sicurezza non si potrebbe.

“Ci sono migliaia di imprenditori del divertimento in Italia che pagano tasse e rispettano leggi – tuona Emilia Clementi – sono tartassati, vengono talvolta multati e chiuse le loro strutture se superano la capienza del locale anche di pochissime persone, questi uomini devono avere gli occhi aperti su tutto, se entrano minori che si intrufolano tra maggiorenni e se si fanno passare il bicchiere di alcool da un loro amico, rispettare giustamente ogni tipo di legge, e poi dobbiamo vedere che ogni settimana c’è gente che, all’interno di questi centri sociali spesso in luoghi occupati abusivamente da facinorosi, organizza concerti e rave party in luoghi totalmente abusivi, in terre di nessuno, nella totale illegalità”.

Elemento di disturbo per la cittadinanza

Emilia Clementi è una delle blogger italiane più attive al servizio dei cittadini onesti italiani, e in questa intervista ha voluto sottolineare come invece esistono ogni settimana queste feste illegali ai danni di imprenditori onesti ma, soprattutto mettendo in pericolo la vita di chi vi partecipa, e soprattutto, creando disturbo al vicinato, poichè molte di queste strutture e terreni non sono ovviamente insonorizzati, e che la “loro attività” fino a notte fonda e talvolta all’alba, diventa elemento di disturbo per le abitazioni limitrofe.

“Sono sicura che il Governo provvederà”

“Sono sicura che questo Governo prenderà provvedimenti – conclude Emilia Clementi – negli ultimi anni l’Italia è diventata terra di nessuno, è ora di “restituirla ai legittimi proprietari”, e di farla ritornar “Terra degli Italiani onesti”.