L’estate in movimento di Elena Russo

Elena Russo
Elena Russo
 

Serate, festival e riconoscimenti per l’attrice napoletana

Continua la stagione estiva per la grande attrice Elena Russo che la vede ospite in numerosi appuntamenti. Serate, premi e festival sono all’ordine del giorno. Occasioni per avere riscontri e risultati del proprio impegno ma anche per incontrare i propri fan e ammiratori.

“Ultimamente sono impegnata in diverse serate – ci dice Elena Russo – ho ricevuto qualche settimane fa un Premio Eccellenze a Capri, molto prestigioso e di cui sono molto contenta. Poi una serata al Film Festival di Borgia in provincia di Catanzaro. La rassegna ha chiuso con una dedica a me e hai miei lavori. Qui mi sono trattenuta per qualche giorno di riposo e godermi il posto. Ora sono già di nuovo in partenza. Il prossimo evento sarà in Puglia dove ancora non ho tutte le informazioni necessarie.” “Dovunque vada cerco sempre di vivere le località perché sono tutte meravigliose.”

“L’evento in Calabria è stato fra i più energici. Appena entrata il pubblico è stato affettuosissimo con me. Con selfie, domande dal pubblico, mi hanno fatto sentire accolta nella maniera migliore.”

Il tempo libero per Elena

“Sono sincera, non amo la vita mondana, quando ho bisogno di prendermi momenti di relax mi ritiro al Circeo dove ho una  casa; mi piace ritirarmi in luoghi che mi diano la possibilità di godere di silenzio per leggere e anche per studiare le parti che reciterò. Il mare e la natura mi ispirano molto e mi danno una forte senso di connessione con il mondo.”

La passione per la recitazione: una eredità

“Sono sicura di aver ereditato questa passione da mio padre. Anche lui era attore. Avevo 7 anni quando ho scoperto questa passione. In questi anni ho fatto anche tanta televisione per mantenermi sempre in attività lavorativa. Una volta che poi mi sono stabilizzata in questo mondo mi sono dedicata esclusivamente alla recitazione.”

Il segreto di una grande carriera

“Per fare questo tipo di mestiere ho avuto bisogno di un grande lavoro e impegno. Ma anche di trovare qualcosa che mi possa sempre ispirare. Ho imparato a studiare, ad impegnarmi per affrontare un personaggio da interpretare, leggendo molto, guardando film, tanti, ma guardando anche le persone comuni, semplici, così come sono io. La vita e la contemporaneità sono la mia fonte più grande di ispirazione.” 

“Credo molto anche nella Napoletanità. Ho sempre cercato di portare battute e personaggi che parlano Napoletano. Perché è parte della mia persona e questa personalità grazie a tanto lavoro ho imparato a renderla spontanea e mostrarla agli altri.”