Oggi il Samsara Beach è stato un pensiero di tutti… Lettera del Direttore

Lettera del direttore dedicata al Samsara Beach - Discoteche.it
Lettera del direttore dedicata al Samsara Beach - Discoteche.it

Una notte come tante in redazione

E ti ritrovi quì, di notte, a fumare una sigaretta e bere un caffè, con le luci spente in ufficio e la sola lampada ad illuminarti, pensi alla giornata di lavoro che hai appena affrontato, alle notizie che hai dato, ti ritrovi notifiche su messenger e whatsapp di messaggi di amici e colleghi che ti fanno i complimenti per le notizie.

L’argomento del giorno è il Samsara Beach di Gallipoli

Ti ritrovi a parlare con loro di quello che è stato l’argomento del giorno, ovvero la chiusure del Samsara Beach di Gallipoli, e con loro ti fai mille ragionamenti, parli, e ti rendi conto che se fossi tu il giudice subito lo riapriresti, perchè David Cicchella e i suoi non fanno altro che offrire un servizio di intrattenimento, musica pomeridiana che si interrompe nell’orario prestabilito, e allora perchè lo hanno chiuso?…

Ti fai mille domande e vorresti subito risposte

Ti fai mille domande, e poi pensi alle mille ingiustizie, nel frattempo fumi e parli, dispiacendoti come se il Samsara fosse tuo, ma forse in fondo è anche un pò mio, come è di tutti, di tutte le persone che ogni anno lo vivono e a settembre lo raccontano, e poi ti arrabbi, prendi un altro caffè dalla moka ormai diventato freddo, ti accendi l’ultima sigaretta e poi decidi di andar via, è l’una, è tardi, domani ti aspetta un’altra giornata di lavoro, quando all’improvviso nella buonanotte di rito Demetrio, il mio vice, e prima di salutarci mi chiede…

Ne parli con gli amici e colleghi

“Ma perchè? Non capisco”, e li ricominci a parlare senza accorgertene e magari in quel momento ti vibra il telefono ed è Andrea Vento che risponde ad un messaggio che gli avevo mandato un paio d’ore prima…

Gli chiedo se posso chiamarlo, noi siamo “animali della notte”, mi dice di si, e dopo aver parlato di una cosa nostra è inevitabile chiedergli che fine farà Gallipoli senza il Samsara; Andrea è uno dei tuor operator più grandi d’Italia, e lui con un tono di voce pacato ti risponde che Gallipoli senza Samsara è come le Bermuda senza triangolo o New York senza la statua della Libertà, e mi dice che questo oltre ad essere il suo pensiero è il pensiero un pò di tutti i suoi colleghi in Italia, e lui stesso non capisce come mai il comune di Gallipoli possa fare un’autorete del genere.

Secondo Andrea Vento il Samsara non chiuderà perchè è un’istituzione

Prosegue Andrea dicendo che lui risolverà cambiando destinazione, e che soprattutto, fortunatamente a Riccione il Samsara c’è ancora, perchè molte persone gli chiedono Gallipoli proprio per il Samsara e poi continua dicendomi che secondo lui non chiuderà mai, sia perchè non ha violato nessuna legge e sarà dimostrato, sia perchè Gallipoli altrimenti sarebbe finita…

Prima di salutarci  mi dice “Dormiamo sogni tranquilli, tu continuerai a scrivere per il Samsara ed io a portare i miei viaggiatori a Gallipoli, anzi, l’anno prossimo ci facciamo un giro insieme e brinderemo con David”…

Buonanotte a tutti

Ci salutiamo, riattacchiamo, sono solo e comincio a scrivere un post, poi mi viene lungo, troppo lungo, e decido di pubblicarlo, è la prima volta che lo faccio, non l’ho mai fatto, non mi sono mai firmato, non ho mai scritto una lettera o un redazionale a nome mio, ma per il Samsara e per David Cicchella lo faccio. Buonanotte a tutti.

Lettera del Direttore – Luigi Concilio – Discoteche.it