Lo picchia e lo minaccia con un coltello: guerra tra PR per Halloween – Interviene il presidente SILB Rimini Indino

minacce tra pr. Gianni Indino. Gianni Indino, presidente Silb Rimini
Gianni Indino, presidente Silb Rimini

23enne picchiato e minacciato

Brutto episodio di violenza fra discoteche per la festa di Halloween. Un 23enne di Sant’Arcangelo, che lavora come pierre in una discoteca di Rimini ha denunciato ai carabinieri l’aggressione subita da 5 addetti alla vendita di prevendite di un’altra discoteca. 

Il giovane sarebbe stato preso a pugni e minacciato con un coltello.

La denuncia del presidente SILB di Rimini, Gianni Indino

E’ arrivata ieri tempestiva la condanna del Presidente SILB Gianni Indino, che rappresenta il mondo delle discoteche riminesi e che è sempre in prima linea contro questo tipo di eventi. 

Ho già convocato per i prossimi giorni un consiglio direttivo straordinario del SILB provinciale. Abbiamo intenzione di prendere decisioni importanti e mi auguro definitive per cercare di stroncare questo fenomeno e questa guerra fra delinquenti.”

La colpa? La crisi nelle discoteche

Il Presidente SILB Gianni Indino spiega questo tipo di fenomeno. “La crisi delle discoteche ha fatto si che molti imprenditori si “vendessero” a gruppi di pierre organizzati per riempire i propri locali.”

Molti hanno trascurato quello che negli anni passati è stato il leit motiv degli imprenditori della notte: innovazione, qualità dell’offerta sia artistica che dei prodotti, locali ammiccanti e accoglienti.”

Poca qualità, attenzione solo alle vendite

Si è passati dalla ricerca, dalla fantasia, dall’estro della proposta ad un appiattimento su posizioni meno impegnative, affidando la gestione dei locali a questi pierre”. 

Il presidente Indino aggiunge che è giunto il momento di dire basta a queste dinamiche. I provvedimenti saranno presi a breve. Ora la fiducia è nelle mani delle istituzioni che puniranno nella giusta maniera questo episodio.