Successo per l’Arcobaleno Napoletano al Sannazaro di Napoli

arcobaleno napoletano. Nella foto Anna Capasso e Fatima Trotta (Ph. Marco Sommella)
Nella foto Anna Capasso e Fatima Trotta (Ph. Marco Sommella)
 

L’Arcobaleno Napoletano

Spettacolo, scienza, cultura e beneficenza nella 6° edizione de L’Arcobaleno Napoletano, l’evento di solidarietà ideato dall’attrice e cantante Anna Capasso (che indossava un meraviglioso abito della maison “Vicoli Santi” di Luciano Esposito), organizzato in collaborazione con la Fondazione Melanoma che ha visto, lo scorso 4 dicembre al teatro Sannazaro, la sua sesta edizione con la direzione artistica di Diego Paura e la regia di Maurizio Palumbo.

Da questa edizione la kermesse vanta il patrocinio morale del Comune di Napoli.

Novità alla conduzione è stato l’arrivo della spigliata showgirl Fatima Trotta, conduttrice del varietà “Made in Sud” in onda su Raidue, molto apprezzata dal folto pubblico presente.

Non sono mancati i tradizionali momenti – tra i quali quello con l’asta di beneficenza che ha visto aggiudicare, per 500 euro, le scarpette da calcio donate dal capitano del Napoli Marek Hamsik, intervenuto con un videomesaggio – curati dallo showman Enzo Calabrese, storico amico de L’Arcobaleno Napoletano.

Un videomessaggio di auguri per la kermesse sono giunti anche dal cantautore Gigi D’Alessio, amico da sempre di Anna Capasso e Diego Paura.

Il Distretto Leo 108 ha consegnato sul palco al professore Paolo Ascierto, presidente della Fondazione Melanoma, un assegno di 2.000 € donato per contribuire alla ricerca. 

 

Questi i premiati della sesta edizione: Isa Danieli e Giacomo Rizzo per la categoria “Teatro”; Gianluca Di Gennaro, protagonista del film “Gramigna”, per la categoria “Cinema”; per la categoria “Cabaret” il riconoscimento è stato assegnato all’esilarante coppia formata da Enzo e Sal (quelli de “L’incazzatore personalizzato”) e a Simone Schettino, “fondamentalista napoletano”; uno dei personaggi più amati si è assicurato il riconoscimento per la categoria “Televisione” è Luca Abete di “Striscia la notizia”; molto ricca la categoria “Soap & Fiction” che mette in evidenza i riconoscimenti per Miriam Candurro (“Un posto al sole” e “I bastardi di Pizzofalcone”), Fabio De Caro (“Gomorra” e “Un posto al sole”) e, infine, Fabio Fulco de “Le tre rose di Eva”;

Uno degli artisti più amati, Sal Da Vinci, si è aggiudicato il premio per la categoria “Musica” mentre quello per il “Giornalismo” è andato a Enzo D’Errico, direttore del “Corriere del Mezzogiorno”;

Il popolare pasticciere Sal De Riso ha vinto la categoria “Maestri della tradizione” mentre a Margherita Dini Ciacci, presidente regionale dell’Unicef, è andato il riconoscimento per la categoria “Istituzioni”.

Premiati con una targa anche Fatima Trotta, Anna Capasso, Lara Sansone, Elisa Russo dell’associazione “La forza delle donne” e Maurizio Palumbo.

Tra gli ospiti della serata, fotografati da Marco Sommella, anche l’assessore comunale Alessandra Clemente, l’ex consigliere regionale Luciano Schifone, il direttore del “Roma” Antonio Sasso e l’ex direttore del Tg4 Emilio Fede.